, ,

LA LEGGE BLOCCA ASTE. NASCE IL FONDO SALVA CASA PER CHI NON PUÒ PAGARE IL MUTUO

 

Vedi l’intervento dell’avv. Monica Mandico a Mattina9

 

E’ nato il fondo salva casa per chi non può pagare il mutuo: – Come proteggere l’immobile dal pignoramento dall’asta giudiziaria

Nasce il “Fondo Salva Casa”, creato in favore delle persone ( consumatori) in difficoltà economica che rischiano di perdere l’immobile di proprietà. Si tratta di un ammortizzatore sociale a rendimento, frutto di un emendamento presentato dal senatore Daniele Pesco e sostenuto dalle Acli e dalle associazioni dei consumatori

https://www.glistatigenerali.com/banche_imprese/il-fondo-salva-casa-e-il-decreto-blocca-aste-cosa-sono-e-come-funzionano/?utm_medium=whatsapp&utm_source=website

Difatti il Senato, il 16 dicembre 2019, ha approvato il seguente disegno di Iegge, d’iniziativa del Governo: Bilancio di previsione dello Stato per l’ anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022, per cui è stato approvato un emendamento al decreto Legge 26.10.2019, n. 124, che riguarda un aiuto concreto a chi è indebitato con le banche. Così, Simone Simoncini, precisa :”ho partecipato ai lavori dell’emendamento 53.0.1 sulla 130/99. L’iniziativa del Fondo Salva Casa, di cui assieme ad altri ho sviluppato l’architettura organizzativo-finanziaria Snowdrop va nella stessa direzione dell’articolo 41-bis del decreto fiscale, e a certe condizioni progettuali possono avere delle sinergie, ma è corretto tenerli distinti in quanto completamente differenti sono le dinamiche operative, le condizioni di accesso e la genesi dei provvedimenti. Si possono integrare operativamente (forse, ma a certe condizioni ) e sotto il profilo “politico” si integrano certamente, ma sono comunque due cose diverse”.

L’obbiettivo del Fondo è quello di offrire un’opportunità alle famiglie che rischiano di perdere la casa di proprietà per debiti bancari o per aste giudiziarie, intervenendo sul sistema delle cartolarizzazioni.  Gli immobili che rientrano nella casistica di interesse del Fondo, come ad esempio quelli abitati e adibiti a prima casa, sono pari a circa 13mila, circa il 5% del mercato complessivo (fonte: Astasy srl).

Simone Simoncini, così dichiara :”Il Fondo Salva Casa ha uno scopo (in senso tecnico, come in inglese “scope”) più ampio perché può riguardare immobili sia prima casa che non , inclusi i commerciali. Il 41 bis prevede la concessione di nuova finanza e ha un target molto ben identificato, incluse condizioni di accesso già codificate nella legge, cosa che il Fondo non ha. In che modo possono essere integrate? Molto semplice. Il Fondo prima di acquistare gli immobili acquista i crediti con la spv ex legge 130. Niente vieta che, nelle more della formazione di un autonomo consenso il debitore trovi nuova finanza e rimborsi la spv anziché la banca. Sotto il profilo della tecnica della securitisation è del tutto normale che ciò avvenga, una quota parte dei crediti acquisiti non verrà rimborsata alla scadenza del fondo ma diciamo nel primo anno.”

Cosa è una società di cartolarizzazione?

Continua a leggere l’articolo su:

GLI STATI GENERALI