Pubblicati da Monica Mandico

,

CARENZA DI LEGITTIMAZIONE ex art. 58 T.U.B.
Annullato decreto ingiuntivo e condannata la banca
Tribunale Napoli 22 aprile 2021

Analisi della sentenza: Il successore a titolo particolare del credito originario in virtù di un’operazione di cessione in blocco deve dimostrare l’inclusione del credito azionato nella operazione di cessione dando la prova documentale della propria legittimazione sostanziale, salvo che il resistente non l’abbia esplicitamente o implicitamente riconosciuta. PER SCARICARE LA SENTENZA VAI ALL’ARCHIVIO

,

CARENZA DI LEGITTIMAZIONE ex art. 58 T.U.B.
Condannata banca, annullato decreto ingiuntivo
Tribunale Velletri 20 settembre 2022

Analisi della sentenza: L’eccezione di carenza di legittimazione attiva del cessionario ex art. 58 Tub, sollevata da parte opponente, è rilevabile d’ufficio in ogni stato e grado del giudizio, anche in sede di legittimità. L’art. 58, comma 2, del d.lgs., n. 385 del 1993 ha inteso agevolare la realizzazione della cessione in blocco di rapporti […]

,

CARENZA DI LEGITTIMAZIONE ex art. 58 T.U.B.
Tribunale Frosinone, 23 settembre 2021

Analisi della sentenza: La parte che agisca affermandosi successore a titolo particolare del creditore originario, in virtù di un’operazione di cessione in blocco secondo la speciale disciplina di cui all’art. 58 del d.lgs. n. 385 del 1993, ha anche l’onere di dimostrare l’inclusione del credito medesimo in detta operazione, in tal modo fornendo la prova […]

, ,

Cessione dei crediti – Revocato il decreto ingiuntivo perchè la banca cessionaria non prova di aver acquisito i crediti ingiunti

Cessione dei crediti. Revocato il decreto ingiuntivo perchè la banca cessionaria non prova aver acquisito i crediti ingiunti, dall’istituto di credito originariamente titolare. Tribunale di Napoli Nord, Terza Sezione civile, nella persona del Giudice Unico, dott. Luciano Ferrara Abstract: L’avviso in Gazzetta Ufficiale non può, da solo, fornire la prova negoziale della convenzione tra le […]

, ,

Revocato decreto ingiuntivo con condanna della Banca Cessionaria per non aver provato l’inclusione del singolo credito tra quelli ceduti

Revocato decreto ingiuntivo con condanna della Banca Cessionaria per non aver provato l’inclusione del singolo credito tra quelli ceduti  Tribunale di Napoli Nord sentenza del 08/06/2022. Nel caso di specie, veniva rilevato d’ufficio dal Giudice il difetto di legittimazione attiva della opposta e il rilievo veniva ribadito dalla parte nelle proprie memorie. “La prova del […]

, ,

Condannata la Banca Cessionaria per non aver dimostrato la titolarità del credito

Condannata la Banca Cessionaria per non aver dimostrato la titolarità del credito. Corte di Appello di Milano sentenza del 26/08/2022. La Corte ha rigettato l’appello proposto dalla Banca avverso l’ordinanza con cui era stata rigettato il ricorso ex art. 702 bis c.p.c. proposto dalla cessionaria nei confronti del fideiussore. Il Collegio accoglie l’eccezione sulla carenza […]

,

BANCA PERDE PERCHÉ NON PROVA IL SUO CREDITO

Nella causa di opposizione a decreto ingiuntivo il Tribunale di Bari ha accolto l’opposizione, veniva dichiarata la nullità del decreto ingiuntivo opposto, con condanna al pagamento delle spese di lite e di CTU. La Banca cessionaria decide di proporre appello davanti alla Corte d’Appello di Bari avverso la predetta sentenza, ritenendo che la suddetta sentenza […]

,

Come risolvere l’eccesso dei debiti dell’imprenditore “sotto soglia”?

L’impresa “sotto soglia” o cosiddetta “minore”, è definita, dall’articolo 2, comma 1, lettera d) del CODICE DELLA CRISI D’IMPRESA E DELL’INSOLVENZA come  “l’impresa che presenta congiuntamente i seguenti requisiti: -1) un attivo patrimoniale di ammontare complessivo annuo non superiore ad euro trecentomila nei tre esercizi antecedenti la data di deposito della istanza di apertura della […]